Telecamere a Golosine? Rivedere le posizioni o non si crea sicurezza

0
670
views

887276-telecamere«Settanta nuove telecamere da piazzare nelle strade veronesi, e nemmeno una a reale tutela della sicurezza dei quartieri di Golosine, Santa Lucia e Madonna di Dossobuono».
Il nuovo piano per la videosorveglianza urbana lascia alquanto perplessi i residenti della quarta circoscrizione, preoccupati di dovere fare i conti con un degrado crescente.

«Ci è arrivata comunicazione che dovrebbero arrivare nuove telecamere, a partire dai primi mesi del 2015, anche agli incroci tra via Torricelli e viale delle Nazioni, tra Stradone Santa Lucia e via Roveggia, tra Goccia d’Oro e l’Alpo e tra via Albere e via Spianà, al confine con la terza circoscrizione», fa sapere Alberto Padovani dell’Associazione Battiti per Verona. «Si tratta di nuove installazioni che sono però relative agli impianti semaforici e vanno bene per la sicurezza stradale, ma che non soddisfano le esigenze di sicurezza reclamate da chi vive nei quartieri della quarta». Residenti e commercianti hanno infatti documentato, con tanto di foto, episodi di delinquenza e violenza soprattutto in via Colombara e via Golosine. In particolare, in quest’ultima strada, l’ultimo tentativo di furto è avvenuto lo scorso sabato notte, provocando danni alla vetrina dell’enoteca. In via Colombara, invece, è stata sfondata la vetrina dell’Ipermercato.
Per Padovani, Golosine necessita inoltre di telecamere anche in via Prina e via Po, all’angolo con via Carisio, mentre e a Santa Lucia gli occhi elettronici andrebbero puntati su via Mantovana, via del Quadrato e via Valeggio, «dove accadono continui episodi di microcriminalità». Conclude il consigliere: «Nelle altre circoscrizione le telecamere saranno installati in punti realmente critici. Sarebbe opportuno rivedere la mappatura e garantire un po’ più di tranquillità anche a chi vive in quarta circoscrizione»