Chi siamo

In questi ultimi giorni la politica si sta nuovamente manifestando nel più misero e indegno spettacolo fatto di ruberie e malefatte a scapito della comunità.
Troppo facile ora sarebbe fare lo sciogli lingua di quanto si ruba a destra o a sinistra, o speculare sulle malefatte altrui e allora oggi noi vogliamo parlare della bellezza della politica, dell’importanza della politica, del perché sia un onore fare politica.
Lo vogliamo fare partendo dalle parole valore e valori dal loro significato come lo potete trovare su un qualsiasi vocabolario di lingua italiana: Valore: complesso delle doti e capacità, intellettuali e professionali di una persona: avvocato di valore; abilità in qualcosa.: un uomo di gran valore in politica. Valori: L’insieme degli elementi e delle qualità morali e intellettuali che sono generalmente considerati il fondamento positivo della vita umana e della società (ideali, principi morali, tradizioni ecc.).
Perché queste due parole, perché convintamente crediamo che siano la base per avvicinarsi alla politica. Fare politica significa occuparsi delle persone, della cosa pubblica con spirito di servizio, sporcandoti le mani con la gente.
Ascoltare, guardare, capire, proporre, dibattere, provare, progettare, realizzare, immaginare, crescere, accettare, rifiutare, studiare, lavorare, invecchiare messe in fila così sembrano un treno di parole, ma in realtà tutte insieme costituiscono il convoglio della vita, e la vita viaggia con la politica perché è quotidianamente presente in ogni vagone ed un buon politico deve essere un buon conduttore, attento ai pericoli, pronto ad aumentare la velocità o a diminuirla secondo il percorso tracciato, capace di portare sempre con puntualità il convoglio in stazione.
Vivere la politica con l’esperienza calorosa del contatto umano, di uno scambio d’idee, dove qualcuno può parlare grazie al fatto che ci sia qualcuno pronto a ricevere.
La nostra natura sociale si esprime nel dialogo e, quindi, nell’ascolto: basta una politica lontana dal territorio.
Cambiare le cose è possibile, la forza delle idee, la volontà del fare può compiere miracoli, ne siamo certi, nella nostra esperienza politica crediamo di averlo dimostrato, non ci siamo affezionati alle poltrone ma alla gente, alla nostra gente e alle tante realtà, imprenditoriali, sociali, sportive cuore pulsante della nostra città.
Con la nascita di Battiti ci proponiamo di scrivere insieme alle tante persone che in questi giorni ci stanno contattando un nuovo rinascimento per Verona, con una città aperta che parla, dibatte, si confronta per guardare oltre le proprie mura per crescere a livello nazionale e internazionale.
Alessandra Camassa, magistrato che collaborava con Giovanni Falcone dice : ”Era un vero rivoluzionario, è vero che la rivoluzione chiede tempo e noi non glielo abbiamo dato”. Ecco noi vorremmo avere il tempo di essere rivoluzionari come Giovanni Falcone, capaci di unire alla rettitudine la capacità di cambiare le cose, portando al popolo la certezza della vittoria del bene comune.
Cari veronesi, allontanate la relazione politica = sporcizia, insieme possiamo ma soprattutto dobbiamo dimostrare che c’è ancora molta gente che crede nei valori dell’onestà, del rispetto, della legalità con grande senso civico.
Battiti con noi contro la deriva populista per creare insieme l’immagine della Verona del futuro.
Federico Sboarina
Presidente Associazione Battiti